Info USA

PRIMA DEL VIAGGIO… I DOCUMENTI!!

Prima di intraprendere un viaggio negli Stati Uniti occorre innanzitutto accertarsi di possedere i documenti giusti!

Per fare questo, io suggerisco sempre di consultare il sito della Farnesina (Viaggiare Sicuri) che è ben fatto e sempre aggiornato.

Una volta appurato l’adeguatezza del vostro passaporto, se vi recate negli USA solo per turismo, dovete assolutamente ricordarvi di richiedere almeno 72 ore prima della partenza il visto ESTA o Electronic System for Travel Authorization (potete fare tutto online direttamente dal sito. Il costo dell’Esta è di 14 USD per persona).

Una volta rilasciata l’autorizzazione, questa è valida per 2 anni o almeno fino alla data di scadenza del passaporto. Infatti qualora il passaporto scada prima dell’ESTA, anche quest’ultima perde validità e dovrà essere richiesta nuovamente (ESTA e passaporto sono strettamente collegati). 

L’ESTA vi sarà richiesta anche al momento del check-in aeroporto per poter accedere all’imbarco (mi raccomando quindi di averne una copia con voi e aver verificato preventivamente che fosse corretta, perchè in caso di errore, rischiate seriamente di rimanere a terra).

Vi segnalo inoltre che il  governo Americano non concede più l’Esta ai viaggiatori che hanno nei propri passaporti i visti di ingresso ed uscita da paesi quali Yemen, Sudan, Iran, Iraq, oppure viaggiatori che hanno doppio passaporto sempre di uno dei suddetti paesi. In questi casi bisogna fissare appuntamento all’ambasciata o al consolato per ottenere normale visto turistico.

Va tenuto in considerazione anche il fatto che il soggiorno negli Stati Uniti sulla base di un ESTA non dà alcun titolo a svolgere attività remunerate, anche saltuarie (per cui occorrono specifici visti) e che se si prevede una permanenza superiore ai 90 giorni o per motivi diversi da turismo o affari, è necessario richiedere il visto ai Consolati americani prima della partenza dall’Italia.

Fatta anche l’ESTA non vi resta che preparare la valigia!

Vi ricordo anche che ormai tutte le compagnie aeree prevedono il check-in online, con relativa assegnazione dei posti (questa può essere fatta anche con più largo anticipo), da effettuarsi sul sito della compagnia nelle 24 ore precedenti la partenza utilizzando il codice PNR che trovate sui biglietti aerei.


UNA VOLTA GIUNTI IN TERRITORIO AMERICANO…

Intanto, armatevi di pazienza, perchè le code per i controlli sono spesso lunghe…

Dal 30 settembre 2004 sono entrate in vigore le norme relative all’acquisizione da parte delle autorità americane dei dati biometrici (impronte digitali e fotografia con apparecchiature digitali) dei passeggeri in arrivo da paesi con esenzione dal visto di ingresso.

Se siete solo in transito in territorio americano, ma la vostra destinazione è un’altra, il vostro bagaglio dovrà essere comunque ritirato e poi dovrà essere reimbarcato nei banchi preposti per essere spedito alla destinazione finale. 

Nel caso di prenotazione di voli interni negli Stati Uniti,  le compagnie richiedono quasi sempre, per ogni singola tratta, al momento del check-in, il pagamento di una “fee” per i bagagli registrati ($ 25 per il primo bagaglio). Per ulteriori informazioni fate riferimento alle disposizioni della compagnia aerea con cui state volando.


ALCUNE INFO UTILI

Fuso Orario:

Fasce Orarie Città di riferimento Differenza oraria
(rispetto all’ Italia)
Eastern Time
Central Time
Mountain Time
Pacific Time
New York
Chicago
Denver
Los Angeles, San Francisco, Seattle
-6 ore
-7 ore
-8 ore
-9 ore

Alaska e Hawai’i hanno entrambe 2 ore in meno rispetto al Pacific Time (-11 ore rispetto all’Italia). L’ora legale (Daylight Saving Time) è in vigore dalla prima domenica di Aprile fino all’ultima domenica di Ottobre.

 

Elettricità: Il voltaggio è di 110/115 volt, 60 Hertz. Per utilizzare durante il viaggio i vostri dispositivi elettrici/elettronici vi occorre quindi un adattatore di tipo standard a due lamelle piatte parallele, che è possibile trovare facilmente anche in Italia presso i negozi di elettronica o anche in aeroporto.

Telefonate: Se avete un telefono cellulare che funziona anche per le chiamate dagli Stati Uniti (deve essere almeno un tri-band) potrete utilizzare quello alle condizioni economiche previste dal vostro fornitore, altrimenti la modalità più conveniente è senza dubbio fare chiamate con What’s Up o Skype quando avete la possibilità di collegarvi ad una linea Wi-Fi. In alternativa sono convenienti anche le carte telefoniche prepagate, acquistabili sia in Italia sia negli Stati Uniti. Dai telefoni pubblici, ma solo per le chiamate locali, è possibile chiamare gratuitamente utilizzando una moneta da 25 Cent (che verrà restituita al termine della chiamata) per attivare la linea. In caso di chiamate interurbane, queste a pagamento, comporre 1 seguito dall’area code (di tre cifre) e dal numero dell’utente abbonato. È possibile telefonare in Italia anche direttamente dalla camera dell’albergo (“Overseas Call”). Basterà digitare un numero sul telefono (generalmente 8 o 9) per ottenere la linea esterna, dopo di che comporre lo 011 seguito dal prefisso italiano 39 e da quello della città italiana richiesta, il tutto seguito dal numero dell’abbonato desiderato.

Mance: nel conto dei ristoranti, solitamente, non è incluso il servizio. La mancia o tip, seppure non obbligatoria, è vivamente consigliata e dovrebbe essere pari al 15% del conto. È inoltre abitudine lasciare ai taxisti il 10-15%, 1$ a bagaglio ai facchini e 1$ a persona al portiere d’albergo per chiamare un taxi.

Tasse: a qualsiasi prezzo esposto devono essere sempre aggiunte le tasse locali che variano a seconda dello Stato. In Alaska non vengono applicate né tasse federali né tasse statali, tuttavia in alcune aree vengono applicate delle tasse locali.

Bagaglio: Le norme in materia di sicurezza prevedono che il bagaglio possa essere sempre ispezionato da parte delle autorità preposte. Durante i voli interni è vietato chiudere con lucchetti o con chiavi a combinazione il bagaglio; eventuali forzature con danni non sono in alcun modo rimborsabili. Sulle tratte intercontinentali sono previste modalità diverse a seconda della compagnia aerea utilizzata. Per evitare possibili danni al bagaglio, vi consiglio di utilizzare un lucchetto o una combinazione di tipo TSA che risponde alle specifiche tecniche richieste dalla TSA (Transportation Security Administration) e può essere aperto con un passepartout in dotazione al personale della dogana.